Logo stampa
Terre di Faenza - Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica di Terre di Faenza - Home Page
 
Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica di Terre di Faenza
 

Parco Canale Granarolo



Comune: Comune:Faenza

Indirizzo: Via Pasolini, ingresso del paese lato ovest, sull'ex canale Naviglio.

Ufficio informazioni turistiche di riferimento: I.A.T. Faenza


Testo analitico: Si tratta di un'area verde non piccolissima (8.300 m quadri, con oltre 500 piante), il cui principale motivo di interesse Ŕ storico-evocativo. Fu ricavata infatti a fine anni '70 dopo la copertura del canale Naviglio, che da Faenza si snoda verso nord fino a gettarsi nel Reno dopo aver toccato appunto Granarolo, Bagnacavallo e Alfonsine. Oggi il canale, fisicamente ridotto a poca cosa (sia come portata, sia come ampiezza, molto inferiori a quelle originarie) ma giustamente ristudiato e valorizzato in quanto luogo di memorie e testimonianza dell'antico assetto idraulico della pianura (risale alla fine del XVIII secolo), Ŕ stato interamente ripiantumato con essenze autoctone e/o caratteristiche del paesagggio della "bassa" romagnola. Tali essenze hanno sostituito i pioppi da cellulosa che per anni avevano contraddistinto il canale ma che si configuravano come alberatura precaria, a turno breve e non procrastinabile. Questo imponente lavoro, condotto anche con l'apporto del volontariato locale, si Ŕ svolto nei primi anni '90 e cosý il parco del canale di Granarolo (giÓ ottenuto appunto vent'anni prima con la copertura del canale presso il paese per discutibili motivi igienici) si Ŕ venuto a saldare con una lunghissima striscia di verde che in pratica va da Faenza fino ad oltre Alfonsine.
L'area verde in sÚ non presenta motivi di particolare rilievo se non i tigli ritenuti "tartufigeni", ma, come detto, oggi forma un tutt'uno con le sponde del canale a monte e a valle del paese, alberate con querce, frassini, salici, olmi - e altre specie dell'antica flora forestale di pianura - cui si aggiungono piante del paesaggio agrario tradizionale come gelsi, ciliegi, meli e peri.

 

Come arrivare: Da Faenza verso nord, per la provinciale n.8 (via Granarolo) diretta all'autostrada poi a Bagnacavallo. A 10 km da Faenza, quindi oltrepassata la deviazione per il casello dell'autostrada e la successiva frazione S.Andrea, si lascia la provinciale, che aggira Granarolo verso sinistra con una moderna circonvallazione, e si prosegue sulla vecchia strada che porta al paese. Presso il vecchio ingresso dello stesso, un tempo con un ponticello che valicava il canale, oggi qui coperto, si trova il giardino.



Data ultimo aggiornamento: 21/11/2013